martedì 18 dicembre 2012

Early psychedelia vol. 8 (Mystery Trend/Mad River/Standells)






Mystery Trend (USA, San Francisco, California) - So glad I found you (recordings 1965-1967). Uno dei primissimi gruppi psichedelici della Bay Area (assieme a Great Society e Charlatans) e uno dei più sfortunati (all’epoca pubblicheranno un paio di singoli), ad onta della buona qualità del repertorio. Carl Street, Mercy killing, Lose some dreams alcune punte di un suono la cui pecca è l’incertezza dell’indirizzo, a mezzo fra psichedelia, folk e influssi oltre atlantici (c’è Substitute degli Who). Bob Cuff, chitarra; Larry West, chitarra; Ron Nagle, voce, tastiere; Larry Bennett, basso; John Luby, batteria.

Mad River (USA, Berkeley, California) - Mad River (1968). Originari dell’Ohio, i Mad River, prima di essere distrutti dalla casa discografica, ebbero modo di licenziare due notevoli opere, l’esordio omonimo e il successivo, e meno coraggioso, Paradise bar & grill. Il primo, influenzato dai Quicksilver Messenger Service (i due gruppi avevano lo stesso legale), vanta un paio di energici singoli (Amphetamine gazelle, Merciful monks) e tre brani sopra i sette minuti in cui Hammond e Robinson sfogarono un chitarrismo evocativo (Wind chimes) e felicemente arabescato (War goes on, il capolavoro). Lawrence Hammond, voce, chitarra, tastiere; basso; David Robinson, chitarra; Thomas Manning, basso; Rick Bochner, chitarra; Gregory Leroy Dewes, batteria.

Standells (USA, Los Angeles, California) - Dirty water/Why pick on me (1966). Gruppo attivo sin dal 1961, gli Standells guardarono furbescamente al mercato britannico tentando di replicare lo scandalo a buon mercato dei Rolling Stones. Dirty water si accontenta dell’omonimo hit, della inevitabile cover di Hey Joe (e di quella di 19th nervous breakdown), e di riecheggiamenti da Animals e Them. Why pick on me è più compatto, grazie al lavoro del produttore-compositore Ed Cobb; non manca un omaggio agli Stones (Paint it black); curiosa Mi hai fatto innamorare del paisà Valentino (che canta in italico). Tony Valentino, voce, chitarra; Larry Tamblyn, voce, tastiere; Dave Burke, voce, basso; Dick Dodd, voce, batteria; Gary Lane, chitarra (on Dirty water).



Nessun commento:

Posta un commento