domenica 14 settembre 2014

Mutazione - Italian electronic & new wave underground 1980-1988

Gaznevada
Su una cosa i quattro Vangeli sono d'accordo: "Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria e in casa sua", massima latinizzata nel famigerato Nemo propheta in patria.
Così sarà per gli artisti dell'underground italico primi anni Ottanta: troppo diversi dall'escapismo progressive, spesso sontuoso o favolistico; alieni dalle narrazioni cantautoriali, più o meno impegnate; incapaci di credere in alcunché di positivo (anzi: di pieno; lavorano, infatti, a favore del vuoto); incapaci, tout court, di credere, essi operano già nei territori desolati e irredimibili dei quasi contemporanei Throbbing Gristle.
"Tensione verso la nullificazione nichilista e un destino da perdenti esibito con malcelato orgoglio?" si chiede un lettore; sì, assolutamente. Qualcuno tenta timidamente le corde del pop à la Depeche Mode; altri il synth asettico di Numan e compagnia anglosassone; i più si orientano, però, verso una regione sonora ostica, senza speranze, precocemente disperata - tanto più disperata poiché fuori sincrono col gusto dei tempi e la sua moda sfacciata.
Fra di loro troviamo veterani (M. B., ovvero Maurizio Bianchi, Doris Norton, già con Jacula, e Laxative Souls) e sorprese da Virgin Forest: i Plath (il cui nome deriva, forse, dalla poetessa suicida Sylvia Plath), ad esempio, col minuto e mezzo di I am strange now, lasciano intravedere le angosciose frantumaglie della pitonessa Diamanda Galas ...
Alcuni (2+2=5, La 1919, Laxative Souls, Doris Norton) già figurano su Isle of noises con interi album, nelle riedizioni dei post del blog Mutant Sounds, purtroppo inattivo. 

Die Form (Monza) - Are you before
Neon (Firenze) - Informations of death
Gaznevada (Bologna) - Going underground
Carmody - Vulcani
Daniele Ciullini + De Rezke - Ancora icone
0010110000010011 (Cancer) (Pordenone) - Naonian style
Victrola (Messina) - Maritime Tatami
2+2=5 (Milano) - Jacho's story
Laxative Souls (Ascoli) Niccolai
La 1919 (Milano) - Senza tregua
Winter Light - Always unique (Kill myself 2)
Giovanotti Mondani Meccanici (Firenze/Gorizia) Back and forth
L'Ultimo Arcano - 1984-1985
A.T.R.O.X. (Milano) - Against the odds
Doris Norton - Norton Apple software
Kirlian Camera Edges (original version)
Spirocheta Pergoli - Romero's Living dead
La Bambola del Dr. Caligari (Bologna) - Deep skanner
Pâle - The jivid Triptych
Rats (Modena) - Please
Plath I am strange now
Tasaday - Crisalide
La Maison (Milano) - Critical situation
Suicide Dada (Torino) -  Waiting for September
Tapes - Nervous breakdown
M.B. (Mantova) - Auschwitz

3 commenti:

  1. tensione verso la nullificazione nichilista ed un destino da perdenti esibito con malcelato orgoglio? Una volta tanto la qualità musicale della selezione passa in secondo piano. Che tempi e che coraggio! Mi viene da piangere facendo un confronto coi tempi presenti :-(
    PS: pensieri in libertà di un reduce degli anni 80...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai così ragione che ti ho citato nel post.

      Elimina
    2. Troppo onore :-)

      Elimina