giovedì 2 aprile 2015

Captain Beefheart & His Magic Band - The Bremen session 1972, April 12 (2012)


Ho deciso di passare la Pasqua con il Capitano.
Ieri era il primo giorno d'aprile e ci siamo abbandonati al mainstream. Oggi rimediamo. E domenica rinforziamo.
Questa session (assolutamente i-m-p-e-r-d-i-b-i-l-e) fu registrata per la TV tedesca.
Captain Beefheart (Don Van Vliet), voce; Rockette Morton (Mark Boston), chitarra e basso; Zoot Horn Rollo (Bill Harkleroad), chitarra; Winged Eel Fingerling (Elliot Ingber), chitarra; Orejon (Roy Estrada), basso; Ed Marimba (Art Tripp), batteria: trenta minuti che Van Vliet (con capello a marmotta) dirige con piglio patafisico e divertito; aria freak, blues arroventato, consueta perizia degli interpreti, strabiliante Art Tripp.
Musica (o quel che è) straniata, irripetibile, coinvolgente. Eccezionale, poiché fa eccezione nella storia rock.
La performance è finita nel DVD Lost broadcasts.
Da ascoltare subito.

10 commenti:

  1. Decisione saggia e purificatrice.

    RispondiElimina
  2. O Capitano! Mio Capitano! Risorgi.

    RispondiElimina
  3. Viva il Capitano, ogni giorno che passa diventa sempre più importante.

    RispondiElimina
  4. Sto leggendo riguardo a quello che combinavano con il suo l'amico Frank: erano matti.Zappa diceva che era stonato e non riusciva a tenere il tempo (però gli ha prodotto Trout Mask Replika ed altro..).

    RispondiElimina
  5. ...pero Jovanotti suonava bene il basso..e sopratutto stava zitto!

    RispondiElimina
  6. La biografia scritta da Barry Miles(famoso giornalista e suo amico). E' avvincente, molto ben scritta ed accuratamente documentata.

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. Se la trovo in biblioteca riduco in pdf le parti sul Capitano e te le mando.
      La biografia dovrebbe essere quella su Zappa.

      Elimina