lunedì 4 giugno 2012

Nurse With Wound list vol. 4 (AMM/Amon Düül/Amon Düül II/Anal Magic & The Reverend Dwight Frizzell/Anima/Annexus Quam)

Amon Düül. NWW vol. 4
11. AMM (Gran Bretagna) - AMM music (1966). Incredibile disco d’esordio di un gruppo poi divenuto leggendario nel campo dell’improvvisazione musicale, intesa come strumento per abbattere il tradizionale diaframma fra professionisti e dilettanti, specchio di una divisione non solo musicale, ma anche politica e sociale. Cornelius Cardew, probabilmente assassinato per motivi politici nel 1981, fu il centro ispiratore della prima stagione degli AMM, la più memorabile. Keith Rowe, chitarra; Cornelius Cardew, violoncello, piano; Lou Gare, sassofono; Laurence Sheaff, basso; Eddie Prévost, batteria.

12. Amon Düül (Germania) - Psychedelic underground (1969). Comune artistica e politica nata a Monaco, i Düül inaugurarono, con questo lavoro, la nuova musica tedesca, almeno a livello simbolico (gli Psy Free di Klaus Schulze erano attivi già da un paio d’anni). L’album è largamente improvvisato, una sarabanda acustica e percussiva, ma si avvertono già i toni panici di Phallus dei, connubio indefinibile fra echi etnici, psichedelia, aurea naturalmente gotica. Rayner Bauer, chitarra; Ulrich Leopold, basso; Helge Filanda, voce, congas; Peter "Krischke" Leopold, piano, batteria; Eleonora Romana, voce, percussioni varie; Angelika Filanda, voce, percussioni; Uschi Obermaier, maracas, percussioni. 

13. Amon Düül II (Germania) - Yeti (1970). Inutile dilungarsi su di loro. In Yeti risaltano improvvisazioni space-rock storiche nonché una delle canzoni preferite di Julian Cope, Sandoz in the rain. Renate Knaup, voce, tamburo; John Weinzierl (guitars, vocals), Chris Karrer, voce, violino, chitarra; Falk Rogner, organo; Dave Anderson, basso; Peter Leopold, batteria; Shrat, bongos, vocals; Rainer Bauer, voce, chitarra; Ulrich Leopold, basso; Thomas Keyserling, flauto. 

14. Anal Magic & Reverend Dwight Frizzell (USA) - Beyond the black crack (1976). Nativo del Missouri, amico di Sun Ra, il Reverendo concentra follemente jazz sperimentale, improvvisazioni, elettronica. Da oscurissimo reperto dei Settanta (ebbe diffusione limitatissima) Beyond divenne gradatamente influente: ora è giustamente celebre.

15. Anima (Germania) - Stürmischer Himmel (1971). Coppia musicale di Monaco, gli Anima o Anima Sound sono, a pieno titolo, un gruppo d’avanguardia virato verso un free-jazz, irto di dissonanze, percussività, spetezzi di fiati e ruvido rumorismo. Paul Fuchs, voce, basso, fiati; Limpe Fuchs, voce, percussioni, basso.

16. Annexus Quam (Germania) - Osmose (1970). Originari di Kamp-Lintfort (Düsseldorf), gli Annexus Quam si distaccarono dagli iniziali aneliti hippie per addivenire ad una eccellente miscela di space, psichedelia e jazz. Uwe Bick, voce, batteria, percussioni; Jürgen Jonuschies, voce, basso, percussioni; Werner Hostermann, voce, organo, clarinetto, percussioni; Peter Werner, voce, chitarra, percussioni; Hans Kämper, voce, chitarra spagnola, trombone, percussioni; Ove Volquartz, sassofono; Harald Klemm, voce, flauto, percussioni. 

3 commenti:

  1. Love it! ;)
    Thankyou for sharing the good stuff.

    RispondiElimina
  2. zippyshare... :'-(

    RispondiElimina
  3. grazie x il re-up! :-)

    RispondiElimina