giovedì 14 gennaio 2016

Sepultura - Chaos A.D. (1993) ovvero: morire di evidenza

Penitentiagite! Sono tempi gravidi di orrori e novità. Come le epoche in cui tutto può accadere - immaginifici! - ogni evento può rivelarsi simbolo di qualcosa d'altro che, sin allora, era nascosto agli occhi.
La foto sopra, ad esempio; un fotomontaggio, certo, e però spia di ciò che è ancora sotto traccia, e che noi  - o qualcuno di noi - solo pre-sente nell'intimo.
La finzione è metafora di una realtà che non appare, ma che è vera, profondamente vera.
L'immagine è una finzione e la finzione è il simbolo e la metafora della disfatta a venire. 

Quando, da piccoli, si leggeva il sussidiario di storia, io pensavo: "Ma come hanno fatto questi a non rendersi conto della situazione. Erano ciechi? Come hanno fatto ad autodistruggersi? Non guardavano ciò che li sovrastava? Oppure: come possono essere stati così crudeli con gli inermi? Erano, forse, impazziti?".
Eppure è così. Le generazioni umane, immerse nel flusso del vivere e nei loro ridicoli egoismi, non si rendono conto di ciò che accade; di ciò che può accadere. Sono cieche.
Il tempo e l'avanzamento tecnologico non hanno migliorato la situazione. Stiamo per finire in una voragine, ma continuiamo come se nulla fosse. E perché?
Regalo una mia risposta, per quel che vale.
Noi neghiamo l'evidenza.
La verità, infatti, è sotto gli occhi di tutti.
Persino documentata.
È evidente che la Jugoslavia fu distrutta e smembrata sulla base di menzogne.
È evidente che l’Iraq e l’Afghanistan furono annientati per menzogne ancora più feroci.
È evidente che la Libia fu distrutta per colpa delle mire del francese Sarkozy.
È evidente che l'ISIS sia una tumore scatenato dagli stessi medici che si sono eletti a curarlo.
È evidente che il gesuita dal nome francescano sia stato designato quale curatore fallimentare di due millenni di civiltà.
È evidente che l’Europa unita è un progetto elitario teso a distruggere le democrazie costituzionali nate nel dopoguerra.
È evidente che l’Euro fu ritagliato alla nascita sulle mire espansioniste della Germania e che l’Italia avallò questa cessione di sovranità istigata dai propri governanti comprati a suon di tangenti e prebende, come dei clientes di quart’ordine.
È evidente che l’Europa unita è una propaggine degli Stati Uniti e di un’ideologia illiberale e nichilista.
È evidente che la NATO sta istigando uno scontro etnico nel cuore dell’Europa e noi ci cadiamo, non sia mai.
È evidente che una guerra si prepara, e quei tamburini in prima linea siamo noi.
È evidente che il nuovo feudalesimo basato sul censo ci vedrà straccioni.
È evidente … che negare l’evidenza è un meccanismo di difesa antico quanto l’uomo. Un movimento involontario dell’animo che scatta in ognuno di noi.
Se accettassimo l’evidenza, infatti, ora più che mai in piena luce, tanto che il potere stesso non si premura nemmeno di nasconderla, rinunceremmo a parte delle nostre convinzioni, e, perciò, a noi stessi. E chi osa prendersi un tale fardello?
Come quando si è traditi o finisce un amore o termina una esperienza importante: ammettere che si è vissuti nella menzogna o lottando per una causa sbagliata o iniqua equivarrebbe a dire: abbiamo sbagliato, quel tempo trascorso fu tempo perso, la mia esistenza, finché durai in quella convinzione, era falsità e polvere e nulla.
Allora? Chi si assumerebbe questo onore devastante? Chi riuscirebbe ad ammettere che una parte della vita in cui ha investito passione, convinzioni, forza, gioventù, amore, follia, si sia rivelato un pugno di cenere?
Arrivare nel mezzo del nostro breve cammino (il solo che abbiamo!), voltarsi indietro e dire: è stato tutto un inganno, una fola, un sogno insano?
No, non è possibile questo.
Negare l’evidenza.
E così sia.

16 commenti:

  1. Quanta amara verità in questo post! Ma la verità è spesso pericolosa: offende, ferisce e può anche uccidere, e quindi si preferisce l'illusione e la si costruisce accuratamente. Senza verità non ci si libera. Ma anche la libertà spaventa e il re è sempre nudo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La verità è dolorosa, da subito, ma non incancrenisce.

      Elimina
  2. Per quel che hai scritto e per molto altro ancora dovrebbe, anzi sarebbe dovuto da tempo, scorrere il sangue a fiumi. Invece accettiamo supinamente sperando di non essere le prossime vittime. Siamo proprio delle belle merde!
    A proposito di merda: ma non avevi proprio niente di meglio da mettere che quei ruttatori brasiliani?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma i Sepultura pagano bene ... tutti e subito.

      Elimina
  3. nero su bianco, anzi, bianco su nero, compreso il ricordo di infanzia/adolescenza scolastica, quello che penso anche io

    RispondiElimina
  4. Vlad vieni fuori lo so che ci sei

    RispondiElimina
  5. hai per caso 'La Polizia Incrimina, La Legge Assolve' dei fratelli De Angelis?

    RispondiElimina
  6. finire con una sepoltura e' un modo intelligente di chiudere un blog, ma ... non vorrai laciarci a piedi, vero? non stavamo esplorando la foresta vergine? ...

    RispondiElimina
  7. blog chiuso per stanchezza?

    RispondiElimina
  8. ...se non vai avanti resterà per anni la foto della boschi in apertura.
    non mi pare il caso.
    Dajeeee!!!

    RispondiElimina
  9. ...per favore, non finire questo blog! È il migliore su internet. Il meglio!!

    RispondiElimina
  10. This is the precise weblog for anybody who needs to seek out out about this topic. You notice so much its almost arduous to argue with you. You positively put a brand new spin on a subject that's been written about for years. Nice stuff, simply nice!

    RispondiElimina
  11. No, lo so che no è vero. La faccia da cavallo con il giornale al contrario senza possibilità di replica no!!
    Cambia la frequenza dei post, ma non ci togliere il piacere di leggere qualcosa di sano e intelligente e ascoltare musica seria ogni tanto!!

    RispondiElimina
  12. That is an extremely smartly written article. I will be sure to bookmark it and return to learn extra of your useful information. Thank you for the post. I will certainly return.

    RispondiElimina